Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Brillante lezione d'opera per La Traviata

Brillante lezione d'opera per La Traviata

Gremito foyer di platea per il noto divulgatore Giovanni Bietti

CAGLIARI, 23 maggio 2023, 13:30

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un titolo di gran richiamo e un nome noto e apprezzato. Giovanni Bietti, brillante divulgatore, musicologo e pianista, ha illustrato ieri, in un gremito foyer di platea del Lirico di Cagliari, tra parole e note, genesi, trama, musica e drammaturgia de La traviata. "Una delle opere più emozionanti e dense di contenuti", ha sottolineato. Il capolavoro verdiano è atteso il 26 maggio al Lirico di Cagliari, sul podio Beatrice Venezi".

Sono tante le ragioni di questo successo - ha spiegato Bietti - a partire dalla portata emozionale straordinaria di questa musica. La grande novità, è il modo in cui Verdi riesce a esplorare i sentimenti, cangianti nel corso dell'opera, della protagonista. Violetta cambia letteralmente modo di essere da un atto all'altro. Addirittura tra gli addetti ai lavori circola la voce che La Traviata dovrebbe essere cantata da tre diversi soprani, uno per ogni atto". L'esperto ha sottolineato "vale sempre la pena di ascoltare e riascoltare La traviata perché è una partitura inesauribile, piena di segreti che si scoprono ogni volta".

Si è soffermato su Violetta per riflettere sull'evoluzione del personaggio "reso da Verdi in modo sottilissimo attraverso lo stile musicale e lo stile vocale. Questo è un aspetto che va esplorato e riscoperto in continuazione - ha evidenziato - d'altra parte il modo in cui Verdi riesce a farci entrare nell'animo, nell'interiorità del personaggio è un aspetto credo universale che può conquistare qualunque ascoltatore e ascoltatrice". Nell'ora e mezza passata in un batter d'occhio ha aggiunto "anche chi va a sentire Verdi per la prima volta troverà qualcosa che gli permetterà di immedesimarsi nel processo musicale. L'opera riesce quando il musicista riesce, tramite la musica, a dire qualcosa che le parole non possono dire.

Essenzialmente - ha concluso - la musica deve rivelarci l'interiorità, i sentimenti, le emozioni, le sensazioni del personaggio. In questo Verdi è uno tra i più grandi maestri. E la cosa interessante è che ancora la musica di oggi continua a parlarci delle stesse cose, amore, rabbia, sofferenza, gioia esattamente quello che succede in un'opera come La Traviata. Con questi sentimenti, queste emozioni che si succedono nell'animo della protagonista attraverso la musica ma con la complessità dell'orchestra, la ricchezza delle scene, con la meravigliosa bellezza del linguaggio di Giuseppe Verdi".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza