Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

L'Ogliastra da vivere tutto l'anno scommette sul turismo lento

L'Ogliastra da vivere tutto l'anno scommette sul turismo lento

La nuova strategia promossa dal Gal per i 250mila ospiti l'anno

ARBATAX, 11 maggio 2023, 16:04

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

DI MARIA GIOVANNA FOSSATI

L'Ogliastra, terra di centenari, culla di storia, tradizioni, prodotti tipici e perle naturalistiche tra il mare e la montagna, studia un piano di sviluppo turistico per promuovere la destinazione con l'obiettivo di rendere il territorio attrattivo oltre gli arrivi di massa che affollano le spiagge solo due mesi all'anno. Si punta quindi ad incentivare i flussi in primavera e autunno, intercettando la crescente domanda di turismo lento a contatto con la natura e l'identità di un popolo.

La strategia è stata messa a punta dal Gal Ogliastra in una tre giorni ad Arbatax che ha visto la collaborazione dei 22 comuni della provincia e la partecipazione di 150 imprenditori del settore ricettivo e del turismo esperenziale pronti ad offrire agli oltre 250 mila ospiti all'anno un nuovo e ricco catalogo di prodotti e servizi. Lo studio Giaccardi & Associati con sede a Ravenna si occuperà di dare gambe al progetto, che include anche le tre Unioni dei Comuni, la Camera di Commercio, la Provincia e i privati.

Quattro i settori individuati: balneare-nautico, outdoor, identità e cultura, cibo e prodotti tipici. E per gli operatori la possibilità di formazione con un workshop sulle prove di business al Ttg di ottobre a Rimini, la manifestazione italiana di riferimento per la promozione del turismo. "Il piano è in itinere e verrà presentato entro giugno - annuncia Beppe Giaccardi, dell'omonimo studio ravennate - Insieme agli operatori tracceremo la destinazione partendo da alcuni dati: quest'anno abbiamo una domanda internazionale cresciuta più del 50%, visitatori che cercano ottima qualità di vita, luoghi tipici e ben conservati. La domanda degli italiani è invece diminuita dell'1,5% a causa dei redditi pro capite più bassi d'Europa e i costi di viaggio elevati per l'Isola. Su queste criticità ci concentreremo in un dialogo con le compagnia aeree e stiamo lavorando per collegare i paesi dell'interno con le spiagge in modo da distribuire ricchezza su tutti i 22 comuni non solo quelli costieri".

Allo studio le proposte all'area aperta e gli attrattori identitari. "Abbiamo una gamma di prodotti da proporre - spiega Giaccardi - dal balneare-nautico, alle attività sportive all'aperto come climbing, bike e trekking. E poi il cibo, che gioca un ruolo fondamentale: da potenziare l'offerta del settore caprino con lo yogurt e le carni fino ai culurgiones". Ma quanto sono disposti a spendere i visitatori che scelgono l'Ogliastra?. "Dalle fonti della Banca d'Italia - riferisce l'esperto dello studio associato - sappiamo che il turista qui spende mediamente 78 euro a persona mentre da altre parti si arriva a 130 euro, abbiamo un margine di 50 euro di miglioramento. C'è poi la possibilità di aumentare quella fascia di visitatori del lavoro-vacanza sull'Isola, ma qui la Regione Sardegna ci deve dare risposte sulla fibra e la connessione veloce ovunque".

"Stiamo lavorando per uscire dalla logica dell'individualismo per proporre l'Ogliastra come destinazione turistica unica e offrire opportunità a tutti i 22 paesi della provincia per almeno 6 mesi l'anno - conferma la direttrice del Gal Franca Seoni - Puntiamo a istituire una governance che vede la collaborazione tra il pubblico e il privato, in modo da presentarci sui mercati turistici che andremo ad individuare con un piano strategico cercando di potenziare i servizi come i trasporti e il digitale, ottimi attrattori per una destinazione tutto l'anno". 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza