Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Naufragio all'Asinara, superstite indagato dalla Procura

Naufragio all'Asinara, superstite indagato dalla Procura

Sassari, accusa di naufragio colposo.L'altro sub ritrovato morto

SASSARI, 25 aprile 2023, 17:05

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

È indagato per naufragio colposo Giovannino Pinna, il pescatore subacqueo sassarese sopravvissuto all'affondamento della barca su cui stava facendo una battuta di pesca nel Golfo dell'Asinara la sera del 12 aprile scorso, insieme al cugino Davide Calvia, ritrovato morto sabato scorso 10 giorni dopo l'incidente.
    La Procura di Sassari lo ha iscritto nel registro degli indagati e gli inquirenti lo sentiranno nei prossimi giorni per chiarire gli aspetti del naufragio.
    I due cugini mentre la loro barca affondava, avevano lanciato l'SOS e poi erano scomparsi in mare. Pinna era stato ritrovato 24 ore dopo su una spiaggia di Marritza, in condizioni critiche.
    È rimasto ricoverato per qualche giorno all'ospedale Santissima Annunziata di Sassari e dopo le dimissioni si trova a casa, in convalescenza, ancora sotto choc per l'accaduto. "Il mio assistito sta ancora male, sia fisicamente sia psicologicamente", riferisce l'avvocato di Pinna, Luca Barrocu.
    "È sotto choc e appena starà meglio sarà a disposizione degli inquirenti per chiarire qualsiasi aspetto dell'incidente".
    Il cadavere di Calvia è stato recuperato sabato scorso in un'insenatura vicino a Castelsardo. Ieri su disposizione della Procura il medico legale Salvatore Lorenzoni ha effettuato l'autopsia sul corpo e i risultati saranno consegnati entro giugno. All'esame ha partecipato anche il medico legale Francesco Lubinu, nominato dall'avvocato della famiglia Calva, Marco Palmieri.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza