Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Oristano progetto per ambulatori straordinari di comunità

A Oristano progetto per ambulatori straordinari di comunità

Pubblicato oggi il bando per la ricerca di medici

ORISTANO, 08 marzo 2023, 20:23

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La Asl di Oristano lancia un nuovo progetto per rispondere alla carenza di medici di medicina generale: gli Ambulatori straordinari di comunità territoriali (Ascot).
    Gli ambulatori, operativi dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 13.30 ed eventualmente nel pomeriggio secondo un monte orario modulato sulle effettive esigenze del territorio e sul numero di pazienti che necessitano dell'assistenza, saranno situati in locali già attrezzati nei comuni attualmente privi della presenza di un medico di base e vedranno operativo uno o più medici sulla scorta delle disponibilità ottenute. Le sedi individuate per gli ambulatori - che potranno essere modificate a seconda delle esigenze - sono Simaxis, Samugheo, Tramatza, San Vero Milis, Nurachi, Busachi, Ardauli, Seneghe, Uras e Marrubiu, a cui faranno riferimento i cittadini senza medico di famiglia che appartengono al rispettivo ambito territoriale.
    "Si tratta - spiega il direttore generale della Asl 5 Angelo Serusi - di un progetto pilota presentato dal responsabile dell'ufficio per l'integrazione ospedale-territorio Alessandro Baccoli e mirato a garantire l'assistenza sanitaria di base a tutti quei cittadini della nostra provincia che ne sono rimasti privi a seguito del pensionamento o del trasferimento del proprio medico curante e che non è stato possibile sostituire per via di un numero insufficiente di nuovi colleghi disponibili al subentro". Attualmente sono 49 le sedi carenti (cioè i medici di famiglia mancanti) in provincia di Oristano.
    A presidiarli saranno i medici di medicina generale e i medici di continuità assistenziale (guardia medica) in servizio che aderiranno al progetto su base volontaria, attraverso la partecipazione al bando pubblicato sul sito della Asl 5 Oristano. In subordine, potranno operarvi anche i medici dipendenti del servizio sanitario e, se questi non dovessero essere sufficienti, tutti quelli iscritti all'albo professionale, sempre inviando la propria candidatura attraverso il bando pubblicato dalla Asl 5.
    "Il servizio erogherà tutte le prestazioni che vengono di consueto effettuate dai medici di famiglia - afferma il direttore sanitario della Asl 5 Antonio Maria Pinna - prescrizioni mediche, visite urgenti e non urgenti, rinnovo di piani terapeutici, raccolta dei fabbisogni domiciliari (inserimento in Adi, attività domiciliari programmate, prestazioni integrative programmate), certificati di malattia e ogni altro compito riconosciuto dagli accordi collettivi nazionali. Essendo uno strumento varato per dare una risposta urgente ai cittadini rimasti senza medico di famiglia, gli Ascot cesseranno la loro attività quando la carenza di medici nello specifico ambito territoriale risulti superata con la nomina di uno o più medici titolari o provvisori". 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza