Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Donna scomparsa a Olbia, i Ris a caccia di tracce di sangue

Donna scomparsa a Olbia, i Ris a caccia di tracce di sangue

Al via gli accertamenti degli specialisti nella sua casa

OLBIA, 25 gennaio 2023, 16:32

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono iniziati nel primo pomeriggio gli accertamenti dei carabinieri del Ris nella casa di via Petta, a Olbia, dove abitava Rosa Bechere, la 60enne invalida al 100% di cui non si hanno più notizie dal 26 novembre scorso. Gli specialisti dell'Arma hanno iniziato a ispezionare una cantina di pertinenza dell'appartamento e poi contineranno le operazioni nell'alloggio della donna. L'obiettivo è quello di cercare tracce di sangue e altri reperti biologici per l'eventuale estrapolazione del Dna.

Per la scomparsa di Rosa la Procura di Tempio Pausania ha iscritto sul registro degli indagati Maria Giovanna Meloni e Giorgio Beccu, due ex vicini di casa della scomparsa. Le ipotesi di reato su cui indagano i carabinieri del Reparto territoriale di Olbia sono omicidio, occultamento di cadavere, rapina e lesioni. Secondo una delle teorie al vaglio degli inquirenti, i due potrebbero aver somministrato alla donna dosi massicce di farmaci per stordirla e impossessarsi dei pochi risparmi e delle carte postali su cui le veniva accreditato il reddito di cittadinanza. L'avrebbero poi uccisa e si sarebbero liberati del corpo, che ancora non è stato trovato.

Già questa mattina i militari hanno compiuto ulteriori accertamenti sull'auto della Bechere e sul chiattino in uso a Beccu, entrambi sotto sequestro e custoditi nella caserma dei carabinieri. Nei giorni scorsi sono stati fatti gli accertamenti tecnico-scientifici e le perquisizioni nelle due case in uso a Meloni e Beccu, una a Monti e una Olbia, in via Aretino. I carabinieri hanno sequestrato documenti, oggetti e medicinali che sono ora oggetto di analisi. In via Aretino, ultima residenza della coppia, i Ris hanno trovato anche tracce di sangue su un materasso.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza