Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Picchiò e rapinò coetaneo a Oristano, arrestato da Polizia

Picchiò e rapinò coetaneo a Oristano, arrestato da Polizia

La vicenda un mese fa a Torre Grande, ricercati due complici

ORISTANO, 14 gennaio 2023, 13:04

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un giovane è stato arrestato, su disposizione del Gip del tribunale di Oristano, perché ritenuto responsabile del pestaggio e della rapina di un coetaneo, il 16 dicembre scorso a Torre Grande.
    Il ragazzo, ora gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, è accusato dei reati di rapina aggravata in concorso, lesioni personali e resistenza a Pubblico Ufficiale.
    L'arresto, eseguito dagli agenti della Polizia di Stato di Oristano, è scattato al termine delle indagini che hanno identificato il presunto aggressore che insieme ad altre due persone, travisate, avrebbe attirato la vittima in un angolo isolato con un pretesto per poi strapparle di dosso sei catenine d'oro e malmenarlo insieme ai due complici con l'utilizzo di un bastone, causando al giovane lesioni e fratture, ritenute guaribili in 30 giorni.
    Fatti, secondo la ricostruzione degli investigatori, da ricondurre a presunti debiti che la vittima avrebbe avuto nei confronti degli aggressori. La situazione non è degenerata solo per l'intervento del genitore della vittima e degli agenti della Volante, alla vista dei quali i tre si sono dati alla fuga in auto tentando persino di investire uno degli agenti che aveva intimato loro l'alt.
    Dopo un incidente stradale all'altezza di una piazzetta, dove hanno abbandonato l'auto, i tre hanno continuato la fuga a piedi facendo perdere le loro tracce. Dopo la perquisizione effettuata a carico dell'arrestato parte della refurtiva è stata recuperata.
    Le indagini proseguono al fine di accertare l'identità degli altri due aggressori. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza