Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Via ai saldi invernali, nell'Isola giro d'affari da 62 milioni

Via ai saldi invernali, nell'Isola giro d'affari da 62 milioni

Per Confcommercio prevista spesa individuale di 94 euro

CAGLIARI, 05 gennaio 2023, 11:54

Redazione ANSA

ANSACheck

Al via saldi in Sardegna, vetrine a Cagliari - RIPRODUZIONE RISERVATA

Al via saldi in Sardegna, vetrine a Cagliari - RIPRODUZIONE RISERVATA
Al via saldi in Sardegna, vetrine a Cagliari - RIPRODUZIONE RISERVATA

Al via da giovedì 5 gennaio, anche in Sardegna, la stagione dei saldi invernali. Le promozioni andranno avanti per due mesi. Secondo le stime dell'Ufficio Studi Confcommercio, nell'Isola ci sarà un giro d'affari di 62 milioni di euro, la metà (32,8 mln) nel sud Sardegna.
    Lo shopping interesserà 292mila famiglie circa in tutta la regione, nel sud 155mila. Mediamente una famiglia (che conta 2,25 componenti, 2,3 a livello nazionale) spenderà circa 212 euro (dato inferiore rispetto a quello nazionale che arriva a 304 euro). La spesa per ogni sardo sarà di 94 euro (96 nel sud Sardegna e 133 a livello nazionale).
    "L'aumento del costo delle materie prime preoccupa i commercianti", spiega il direttore di Confcommercio Sud Sardegna Giuseppe Scura, "tuttavia gli esercenti auspicano che possa arrivare una stabilità o un aumento delle vendite promozionali rispetto allo scorso anno. Le previsioni ci dicono che tornano gli acquisti nelle botteghe di quartiere e maglieria, pantaloni, giacconi, scarpe e accessori saranno più che mai oggetto dei desideri per via dei prezzi che non hanno subito aumenti come invece in altri settori che hanno risentito dell'inflazione".
    Le regole per il corretto acquisto degli articoli in saldo. Per i cambi la possibilità di sostituire il capo dopo che lo si è acquistato è generalmente lasciata alla discrezionalità del negoziante, a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme.
    In questo caso scatta l'obbligo per il negoziante della riparazione o della sostituzione del capo e, nel caso ciò risulti impossibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato. Il compratore, però, è tenuto a denunciare il vizio del capo entro due mesi dalla data della scoperta del difetto. Per la prova dei capi non c'è obbligo, tutto è rimesso alla discrezionalità del negoziante.
    Le carte di credito - spiega Confcommercio - devono essere accettate da parte del negoziante e vanno favoriti i pagamenti cashless. I capi che vengono proposti in saldo devono avere carattere stagionale o di moda ed essere suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo. È sempre obbligatorio per il negoziante di indicare il prezzo normale di vendita, lo sconto e il prezzo finale.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza