Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Siccità: migliaia di animali senz'acqua nel nord Sardegna

Siccità: migliaia di animali senz'acqua nel nord Sardegna

Allarme Coldiretti su decine di aziende Nurra, nel Sassarese

SASSARI, 13 luglio 2022, 17:18

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Migliaia di animali e decine di aziende sono rimaste senza acqua in Nurra a causa della siccità. Un'emergenza che ha portato Coldiretti Nord Sardegna, con una delegazione di allevatori guidata dal presidente Battista Cualbu, ad incontrare a Sassari in Municipio, insieme al presidente del Consorzio di Bonifica della Nurra Gavino Zirattu, il sindaco Nanni Campus e il comandante dei Vigili Urbani e responsabile della protezione civile locale Gianni Serra.
    Il 2022 - secondo uno studio della Coldiretti - si classifica nel primo semestre in Italia come l'anno più caldo di sempre con una temperatura addirittura superiore di 0,76 gradi rispetto alla media storica ma si registrano anche precipitazioni praticamente dimezzate con un calo del 45%.
    Uno stravolgimento, che seppure in Sardegna è attenuato nelle superfici attrezzate all'irrigazione grazie ad un sistema di invasi (in Sardegna c'è il numero maggiore di dighe in Italia) e alle loro interconnessioni che non ha necessitato al momento dei razionamenti, sta comunque colpendo gli altri territori. Nella Nurra, dove sono presenti diversi pozzi artesiani, questa grande siccità ha lasciato gli allevatori, come mai era successo prima, a secco, senza acqua né per uso zootecnico né domestico (diversi allevatori vivono con la famiglia in azienda).
    "È necessario un intervento immediato perché l'estate è ancora lunga e non si possono lasciare le famiglie e gli animali senza acqua - afferma Cualbu -. Si tratta di uno stato di emergenza. Abbiamo trovato un interlocutore sensibile e attento nel sindaco di Sassari che si è detto pronto ad avviare tutte le procedure per dare risposte agli allevatori". Si tratterebbe di sostenere i costi di trasporto dell'acqua che il Consorzio di Bonifica attraverso il presidente Gavino Zirattu, vista l'emergenza, garantirà gratuitamente, ma che occorre portare nelle aziende sia per uso domestico che zootecnico. "Il Consorzio di Bonifica della Nurra è pronto per venire incontro alle aziende in difficoltà e lo farà subito". assicura Zirattu.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza