Sardegna

Oltre 500 nuovi posti di lavoro in Regione, pronti 30 mln

Giunta vara piano per il fabbisogno nell'organico

(ANSA) - CAGLIARI, 16 LUG - La Giunta Regionale ha approvato il nuovo Piano del fabbisogno per il triennio 2021-2023, con il quale ha posto in campo le iniziative programmate, per un ammontare di risorse pari a 30.367.286,81 euro.
    Per quanto riguarda le nuove assunzioni, verranno banditi i concorsi pubblici per l'accesso dall'esterno di 35 dirigenti e 495 dipendenti, incrementando i posti messi a concorso attraverso la riduzione della percentuale riservata alla mobilità da altre amministrazioni che passerà dal 20% al 10%.
    Verranno inoltre messe in atto le progressioni interne, ferme da 17 anni, riservate ai dipendenti delle categorie B e C che potranno così accedere agli inquadramenti superiori. Saranno portate a termine anche le procedure di stabilizzazione di Enti e Agenzie. In conclusione anche la procedura di rientro nell'amministrazione regionale dei dipendenti dell'ex Esaf, impiegati in Abbanoa Spa; 130 nuove assunzioni sono previste invece per il Corpo Forestale di Vigilanza Ambientale, mediante concorso pubblico.
    "La Regione guarda al futuro con un piano di assunzioni di ampio respiro - afferma il presidente Christian Solinas - Tutte le iniziative del Piano del fabbisogno mirano, nei prossimi tre anni, a migliorare l'efficienza della macchina amministrativa grazie alla crescita del personale interno, in particolare con lo sblocco delle progressioni verticali, e al reclutamento di nuove professionalità con nuove competenze".
    "È un programma assunzionale di vasto respiro, destinato a migliorare l'efficienza e l'efficacia dell'amministrazione regionale - dice l'assessora del Personale Valeria Satta - Grazie all'avvio di una nuova fase di concorsi dall'esterno che daranno respiro alle esigenze di nuovo personale e all'acquisizione di nuove professionalità, e di selezioni interne che premieranno e valorizzeranno l'esperienza acquisita dal personale interno, puntiamo a consolidare e rafforzare il buon andamento della macchina regionale".
    La Regione si riserva inoltre di attingere alle graduatorie di altre amministrazioni per sopperire ad eventuali urgenti carenze di personale, sia amministrativo che tecnico. Altre attività finora affidate ad esterni verranno internalizzate in un'ottica di revisione dei costi. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie