Sardegna

Covid: a Terramaini arriva la stanza degli abbracci

Parete di cellophane in casa per anziani V.Emanuele II

Una parete divisoria di cellophane che permette contatti in sicurezza. Pensata nell'interesse dei tanti anziani e tanti familiari, che in piena pandemia sentono il bisogno di un contatto fisico, oltre che visivo. Anche perché un abbraccio fa bene. Lo dicono gli scienziati: "mette in moto l'ossitocina, l'ormone della felicità". È la stanza degli abbracci, offerta e sistemata dal Rotaract Club Cagliari Golfo degli Angeli all'interno della Casa di accoglienza per anziani Vittorio Emanuele II a Terramaini.

Rappresenta, come ha sottolineato all'inaugurazione l'assessora alle Politiche sociali Viviana Lantini, la "ripresa della fisicità delle persone, enormemente mancata in questo anno e mezzo di Covid". Presente al battesimo anche il sindaco Paolo Truzzu. "Un grande dono - ha detto - soprattutto per chi sta in questa struttura e ora ha la possibilità di recuperare quel minimo di contatto sociale che purtroppo abbiamo perso". Antonella Scarfò, consigliera e presidente della Commissione Politiche sociali ha parlato di un "simbolo di una comunità che non si arrende".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie