Covid: bloccato maxi raduno negazionisti nel sud Sardegna

Identificate 5 persone, anche consigliera comunale di Villasor

Un raduno di negazionisti del Covid è stato bloccato dai carabinieri domenica scorsa a Villasor, nel sud Sardegna. Circa 200 persone si sono radunate in un capannone situato lungo la statale 196, un maxi assembramento in piena zona arancione (da lunedì la Sardegna è passata in zona rossa, ndr), che non è passato inosservato.

Sul posto è arrivata una pattuglia dei carabinieri che ha identificato gli organizzatori. Tra questi anche una consigliera di minoranza del Comune di Villasor e il marito, proprietario del capannone. Sentiti dai militari gli organizzatori avrebbero dichiarato di far parte dell'organizzazione "Executive order of application - declaration & order" che nega la pandemia da covid-19.

Identificati anche altri presunti organizzatori che, nonostante le limitazioni previste dalla zona arancione con divieto di spostamento in altri Comuni, arrivavano da Quartucciu, Bari Sardo e Quartu Sant'Elena. Al momento del blitz nessuno è stato multato, ma nei confronti almeno degli organizzatori potrebbe presto scattare la sanzione per violazione delle norme anti-Covid.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie