Sardegna

Primo morto in Sardegna nella seconda ondata di Covid

E' un pensionato di 78 anni ricoverato a Sassari

La Sardegna piange la prima vittima della seconda ondata della pandemia da coronavirus. Salvatore Nurra, 78 anni, pensionato di Bonorva, è morto ieri nel reparto di Malattie infettive dell'Aou di Sassari, dove era stato ricoverato il 23 agosto per la positività al Covid-19. Il pensionato, che soffriva di altre gravi patologie, è la prima vittima che si registra nell'Isola dal 6 luglio scorso. Salgono quindi a 135 i morti per Covid in Sardegna dall'inizio dell'emergenza sanitaria.

73 NUOVI CASI - Sono 73 i nuovi casi (65 da attività di screening e 8 da sospetto diagnostico) registrati nelle ultime 24 ore in Sardegna, dove c'è stato anche il decesso di un paziente di 77 anni, con gravi patologie pregresse, ricoverato a Sassari in terapia subintesiva. Salgono quindi a 135 i morti per Covid in Sardegna dall'inizio dell'emergenza sanitaria mentre i casi di positività complessivamente accertati sono 2.316. In totale sono stati eseguiti 139.273 tamponi, con un incremento di 1.907 test rispetto all'ultimo aggiornamento. Sono 32 i pazienti ricoverati in ospedale (+1 rispetto al dato di ieri). Cinque attualmente i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 872. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.268 pazienti guariti, più altri 4 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 2.316 casi positivi complessivamente accertati, 418 (+12) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 233 (+1) nel Sud Sardegna, 76 (+9) a Oristano, 165 (+5) a Nuoro, 1.424 (+46) a Sassari.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie