Sardegna

Tra rientri e 'fughe' 13mila in Sardegna

Aumentano le autodenunce su piattaforma online della Regione

E' salito a 13.300 il numero delle persone, tra residenti e non, che si sono autodenunciate sulla piattaforma online della Regione Sardegna dall'entrata in vigore della prima ordinanza anti coronavirus del governatore Christian Solinas, datata 22 febbraio. Il provvedimento obbliga chi è arrivato nell'Isola dal 24 febbraio in poi a registrarsi con un apposito modulo che viene poi caricato nel database dell'unità di crisi in capo alla Protezione civile regionale. Un censimento per capire quante persone provenienti sino a ieri dalle zone rosse sono rientrate in Sardegna o quanti proprietari di seconde case hanno deciso di trasferirsi temporaneamente nell'Isola sfuggendo dalla città epicentro del contagio.

Nelle ultime settimane si è registrato un flusso anomalo per la bassa stagione in molti centri turistici, affollati quasi come d'estate. Sindaci preoccupati: in alcune località mancano i presidi ospedalieri. Impossibile, avvertono i primi cittadini, gestire una eventuale emergenza sanitaria in questa situazione.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie