Solinas, per continuità Alitalia o altri

Allineamento proroga volo agevolati tra i tre scali Sardegna

"Sui voli in continuità territoriale da e per Olbia, se Air Italy non opererà, ci sarà una procedura di emergenza per l'individuazione di un vettore che garantisca il tempo, da qui al 31 dicembre 2020, al debutto del nuovo modello. A questa procedura potrà partecipare Alitalia ma anche qualsiasi altro vettore comunitario che abbia i requisiti". Lo ha spiegato il governatore della Sardegna Christian Solinas nella conferenza stampa successiva al tavolo su Air Italy, ribadendo che il decreto di proroga degli oneri di servizio pubblico per i tre aeroporti sardi "è alla firma del ministro".

Quanto a Olbia, il presidente ha chiarito: "Attualmente lo scalo è chiuso per lavori programmati e riaprirà il 14 marzo. Fino al 16 aprile i voli saranno garantiti da Air Italy. Il decreto prevede l'allineamento della proroga rispetto agli aeroporti di Alghero e Cagliari: ci sarà l'esigenza di fare una procedura su Olbia per individuare il vettore che sulla base del decreto vigente garantisca i voli su Milano e Roma".

Quanto ai collegamenti "onerati" su Cagliari e Alghero, il presidente della Regione ha fatto sapere che la richiesta ad Alitalia di riaprire le vendite dei biglietti dal 17 aprile in poi "è già stata fatta" e la compagnia "ha già manifestato la propria disponibilità. Attendiamo ora la sottoscrizione del decreto per poter partire". I voli in continuità per la Sardegna, attualmente garantiti da Alitalia (Cagliari e Alghero) e Air Italy (Olbia), attraverso equipaggi e velivoli noleggiati fino al 16 aprile dalle compagnie che avevano già accettato il vecchio schema, continueranno fino al 31 dicembre 2020 su tutti e tre gli scali isolani.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie