Casa: mercato stagnante a Cagliari (-5%)

Osservatorio Nomisma, segnali di ripresa dagli affitti

Continua la stagnazione del mercato immobiliare a Cagliari. I principali indicatori evidenziano una continua fase di difficoltà del mercato che, tuttavia, rispecchia quanto accade a livello nazionale. E' quanto emerge dall'analisi del terzo Osservatorio Immobiliare 2019 di Nomisma.

Per quanto riguarda il comparto residenziale, dopo il picco di compravendite registrato nel 2018, l'attività transattiva scende leggermente, una flessione imputabile al primo semestre che ha messo a segno un -5,2% tendenziale, contro il +1% previsto da Nomisma nel secondo semestre. La percezione degli operatori del settore sul numero di scambi evidenzia, tuttavia, segnali incoraggianti, a fronte di un'offerta stabile e di una domanda in tendenziale aumento. La domanda è per lo più orientata agli immobili usati, a causa dei valori immobiliari del nuovo che tendono a crescere.

A Cagliari l'80% della domanda necessita di ricorrere a un supporto finanziario per concludere la trattativa. Continua la flessione dei prezzi (-0,7% la variazione semestrale) e per acquistare un immobile usato sono necessari 1.363 euro a mq. Segnali di risveglio provengono dal segmento della locazione, in cui a fronte di un'offerta e una domanda nel complesso stabili si osserva un incremento del numero di scambi. Da sottolineare come solo il 20% circa di chi ha concluso un contratto di locazione negli ultimi dodici mesi abbia optato per il canone concordato, quando a livello nazionale la percentuale è doppia (40%). I canoni fanno segnare un lieve incremento su base semestrale (+0,5%).

Anche il mercato immobiliare non residenziale continua ad essere caratterizzato da dinamiche negative. Il dato stimato delle compravendite per il 2019 registra un incremento che sfiora il 30% annuale, grazie agli scambi previsti nel comparto direzionale e commerciale ma nonostante ciò, gli operatori interpellati percepiscono una sostanziale stazionarietà dell'attività transattiva a seguito di una domanda ancora poco dinamica, soprattutto nel settore degli uffici. Tendenze analoghe hanno caratterizzato il settore commerciale: i prezzi rimangono mediamente stabili su base annua registrando un +2,1% nelle aree semicentrali
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie