Una domenica a passeggio tra gli oliveti

Dieci i Comuni coinvolti nella iniziativa nazionale

La cultura millenaria, i paesaggi e profumi mediterranei legati alla coltivazione dell'olivo e alla produzione dell'olio. Dieci Comuni della Sardegna saranno protagonisti domenica 29 ottobre della 'Camminata tra gli olivi'. Passeggiate a contatto con la tradizione agricola tra oliveti privati e caratteristici.
    La prima giornata nazionale promossa dall'associazione Città dell'olio e che gode dell'alto Patrocinio della Ue si svolge in contemporanea in 120 città italiane e in 18 regioni. In programma itinerari fra queste piante secolari, boschi di lecci, sughere e ginepri, monumentali rocce granitiche, ma anche tra i gioielli architettonici e archeologici, chiese, dolmen, menhir, nuraghi. Sono previsti golosi assaggi di olio con il pane o bruschette e prodotti tipici a fine passeggiata da gustare in frantoi, aziende olivicole o palazzi storici.
    Nelle varie tappe saranno anche illustrate le tecniche di trasformazione e lavorazione delle olive.
    I Comuni coinvolti sono Escolca per la provincia di Cagliari; Ittiri, Uri e Usini per quella di Sassari; Berchidda per Olbia-Tempio; Bosa, Riola Sardo, Seneghe per Oristano; Giba e Santadi per il territorio del Sulcis.
    "Lo sviluppo di un turismo sostenibile è una delle carte vincenti per il futuro dei tanti territori ambasciatori di questa millenaria cultura", sottolinea Enrico Lupi, presidente dell'Associazione nazionale Città dell'Olio. Impegnata nella tutela del territorio olivicolo e delle produzioni di qualità, da tempo l'associazione si batte per la valorizzazione dei paesaggi olivicoli e per l'inserimento di aree territoriali olivicole delle Città dell'Olio nel Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici del Ministero delle Politiche Agricole.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

null

Pronto Diploma, a Cagliari un metodo innovativo per il recupero degli anni scolastici

Lo studio in classe e gli insegnamenti online permettono di rivolgersi ad un vasto pubblico interessato a conseguire il diploma attraverso il metodo blended learning



Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere