Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Strade sicure:a Roma Granatieri Sardegna

Strade sicure:a Roma Granatieri Sardegna

Dopo tre mesi vanno via i militari della Brigata Sassari

SASSARI, 30 giugno 2017, 18:37

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Oltre 30mila persone identificate, un considerevole quantitativo di sostanze stupefacenti sequestrato ed oltre venti arresti per diverse tipologie di reato e altrettante denunce a piede libero: sono i numeri dell'operazione "Strade sicure" sotto il coordinamento della Brigata Sassari. Dopo tre mesi a Roma, i "Sassarini" cedono la guida del raggruppamento "Lazio, Umbria e Abruzzo" alla Brigata Granatieri di Sardegna.
    Oggi nella caserma "Gandin" è avvenuto il passaggio di consegne fra il comandante della Brigata Sassari, il gen. Gian Luca Carai, ed il comandante dei Granatieri, il gen. Paolo Raudino. Nel corso della cerimonia il comandante della Divisione Acqui, gen. Antonio Vittiglio, ha elogiato l'operato della Brigata Sassari. "A Roma, piazza impegnativa, sono stati raggiunti risultati eccellenti, merito della preparazione e del duro lavoro". Duemila uomini e donne dell'Esercito, molti dei quali nella capitale, presidiano giornalmente 170 siti.
    L'operazione "Strade sicure", iniziata nel 2008, vede l'esercito impegnato nel servizio della collettività, per contrastare assieme alle forze di polizia la microcriminalità nelle aree densamente popolate.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza