Porto Conte, si dimette presidente Parco

Antonio Farris lascia e non lesina critiche al Comune di Alghero

(ANSA) - ALGHERO, 12 OTT - "Mi conoscevano da prima, sapevano che se mi avessero proposto di fare il presidente del Parco naturale regionale di Porto Conte per stare seduto dietro una scrivania e firmare carte non avrei mai accettato". Sono le parole con cui Antonio Farris, agronomo ed ex docente dell'Università di Sassari, oggi ha rassegnato formalmente le dimissioni dalla presidenza dell'ente di tutela naturale dell'area di Porto Conte.
    Dopo meno di due anni il professore getta la spugna. Con una lettera rivolta al sindaco di Alghero, all'assessore dell'Ambiente, ai componenti dell'assemblea del Parco, al consiglio direttivo, al direttore e collegio dei revisori, Farris ha deciso di interrompere l'esperienza di collaborazione intrapresa con l'amministrazione comunale e di porre fine, non senza sottolineare le ragioni della sua scelta, a un mandato che secondo lui è stato pesantemente condizionato dalla mancata approvazione del Piano del parco, "che di fatto limita l'attività del Parco e impedisce lo sviluppo di tutta l'area".
    Nominato nel gennaio 2015, il presidente è il secondo su tre componenti del consiglio di amministrazione ad abbandonare casa Gioiosa, sede del Parco. Prima di lui aveva lasciato l'avvocato Edoardo Morette, motivando la sua scelta con incompatibili impegni lavorativi. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie