Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Laforgia, 'a Bari mercato di voti e infiltrazioni criminalità'

Laforgia, 'a Bari mercato di voti e infiltrazioni criminalità'

'Non bisogna fare le primarie in senso tradizionale'

BARI, 02 marzo 2024, 10:55

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Io credo di aver detto sin dall'inizio, e non solo io, che le primarie non sono il metodo migliore per selezionare la classe dirigente e lo stiamo verificando in questi giorni. Dobbiamo comunque stabilire chi è il candidato sindaco. Ho sempre detto, e lo ribadisco, che già prima di lunedì (quando ci sono stati 130 arresti, ndr) bisognava stare attenti al voto fai da te, che è il voto delle primarie, perché tutti sanno che a Bari c'è un fenomeno di mercato di voti e infiltrazioni della criminalità. Per questo non bisogna fare le primarie in senso tradizionale". Lo ha detto l'avvocato Michele Laforgia, uno dei due candidati sindaci di Bari dell'area di centrosinistra, durante un confronto ospitato oggi da La Gazzetta del Mezzogiorno con Vito Leccese, candidato del Pd.
    "Quindi - ha aggiunto Laforgia - stiamo cercando di definire regole nuove e su questo c'è una discussione aperta. Non credo sia problematico definire la data nella domenica delle Palme, non dobbiamo fare nulla di osceno, dobbiamo esercitare il voto.
    Devono essere consultazioni con regole certe che evitino la confusione che si è determinata in passato nel 2014 e nel 2019, non ce lo possiamo permettere".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza