COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale F&R Communication Event

La rapida ascesa di Mirko tocchio ‘Highfashionenemy’

F&R Communication Event

in questo anno così difficile prossimo a concludersi hai fatto molto parlare di te,

diventando tra i giovani imprenditori più influenti del momento.

cosa fai esattamente?

Di solito quando mi chiedono di cosa mi occupo faccio fatica a rispondere, non mi piace essere etichettato. Principalmente sono un designer e un creativo prima che un imprenditore e la

moda è sicuramente

il settore che mi permette di esprimermi meglio, ma

ho realizzato anche progetti editoriali e creato brand in diversi settori sfruttando sempre la mia vena ‘artistica’.

Sono un perfezionista e il lavoro deve soddisfare prima di tutto il mio ideale di bellezza, quando sto per lanciare un nuovo progetto lo lascio in stand-by nella mia mente per parecchio tempo, anche in fase di lavoro se non sono ispirato lascio perdere e mi metto a fare altro. I miei collaboratori lo stanno , e’ normale routine. Poi magari mentre sto guardando un film, facendo una passeggiata o prima di andare a dormire all'improvviso arriva l'idea vincente cosi’ Chiamo tutti e dico, ci siamo, Get ready!

 

Questa estate i tuoi bracciali hanno avuto tanto successo: qual è il segreto per creare tutto questo hype?

I miei bracciali erano ispirati a un iconico gioiello di una maison parigina, la mia idea era quella di creare una variante pop in gomma colorata realizzando un prodotto accessibile e indossabile in qualunque occasione, che sia in spiaggia o in una serata di gala per dare un tocco più ‘cool’ al proprio outfit.  Il bracciale è diventato subito un must have registrando più vendite di quante avrei mai immaginato e in pochissimo tempo è stato sold out. Dietro tutto quello che faccio c’è uno studio, una strategia di marketing mirata che attraverso la comunicazione trasmette un qualcosa di diverso, provocatorio, anticonvenzionale. Creare hype in un prodotto significa portare le persone a non limitarsi solo al semplice acquisto ma coinvolgerle a tal punto da identificarsi e suscitare in loro un senso di appartenenza. 

 

Cosa pensi riguardo la situazione attuale del fashion system?

Il mondo in generale sta cambiando, i problemi che stiamo affrontando stanno sensibilizzando di più le persone e si pensa meno al materialismo; questo ovviamente si ripercuote anche sulla moda. Le persone sono stanche e annoiate dei tanti prodotti acquistabili nelle boutique che non trasmettono nulla, vogliono vedere la persona che c’è dietro, la sua storia, ed è per questo che lo streetwear sta avendo sempre più successo e anche i brand più noti hanno bisogno di nuove figure alla loro direzione che provengano da questa scuola. È in corso un cambio generazionale e stanno cambiando anche le regole, i negozi chiudono e l'online cresce sempre di più. Al giorno d’oggi un giovane se ha talento e riesce a trasmettere un messaggio che attrae le persone può sicuramente dire la sua e avere successo nel mondo della moda.

 

Hai di recente lanciato una nuova capsule collection, di cosa si tratta?

È una linea luxury streetwear dove vengono utilizzati materiali di alta qualità eticamente sostenibili. Questa Capsule collection e’ realizzata in vera pelle di coccodrillo e struzzo proveniente da un processo di upcycling, che consiste nel reciclo dei materiali ‘di scarto’ delle altre aziende di alta moda . al momento trovo che questa sia la soluzione migliore affinché  si possa continuare ad utilizzare pelle esotica limitando però allo stesso tempo gli sprechi e di conseguenza non contribuendo all uccisione di nuove specie animali. L alternativa ecologica, scelta da molti come soluzione più sostenibile,

oltre a non essere competitiva in termini di qualità è spesso realizzata con materiali altamente inquinanti per il nostro ambiente, essendo quindi lo stesso dannosa per L ecosistema.  Per questo finché la carne si potrà mangiare non sarò contro L utilizzo della pelle naturale, a patto che si limiti il più possibile e sia rigorosamente attestata la provenienza da allevamenti che garantiscono un esistenza serena e priva di qualunque crudeltà a gli animali.

 

Quali sono le tue fonti di ispirazione e che significa il nickname HIGHFASHIONENEMY?

Sono un grande appassionato di arte contemporanea e in particolare della pop art americana. Gli elementi rappresentati nel mio design colpiscono l'attenzione a primo impatto e spesso sono ispirati a icone e status symbol dei nostri tempi in uno stile anticonvenzionale e provocatorio che allo stesso tempo grazie all utilizzo di determinati materiali, può essere indossato

senza risultare troppo eccentrico. Sono entrato nel mondo della moda da outsider, senza troppe qualifiche, non seguendo schemi e sfidando i colossi che lo rappresentano: all inizio non ero visto di buon occhio poi ,con il tempo,

le persone hanno cominciato ad apprezzarmi e mi sono affermato sempre di più in questo settore. Le critiche non mi toccano più di tanto, ce chi dice che non ho originalita, altri che non rispetto le ‘regole’ , ma ad oggi tutto è referenza di tutto e c’è molta differenza tra copiare e ispirarsi per reinventare cose nuove. Penso che nel bene o nel male per fare qualcosa di grande bisogna uscire da gli schemi ed essere criticati fa parte del gioco, L importante è non essere ignorati! 

 

Progetti per il futuro?

Continuerò il mio percorso nella moda. La capsule collection sta avendo molto successo e sto già lavorando sulla prossima collezione.

Sono un imprenditore e ho sempre lavorato solo per me stesso ma se in futuro si dovesse prospettare la possibilità di rappresentare la direzione creativa di qualche brand importante che mi dia la possibilità di esprimere le mie idee senza troppi vincoli la prenderei in considerazione. Per il momento ho avuto già qualche proposta ma non è stato raggiunto nessun accordo, la strada che ho intrapreso mi sta portando molte soddisfazioni e sono giovane, quindi mi godo il momento senza avere fretta di accettare cose che non mi soddisfano al 100%.

Sono molto ambizioso e ho una ‘bucket list’ dove Ho già messo qualche spunta, ma questo è solo L inizio....

 

Archiviato in


Modifica consenso Cookie