Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Prelevavano acqua senza diritto, 5 imprese multate nel Vco

Prelevavano acqua senza diritto, 5 imprese multate nel Vco

Sanzioni dei carabinieri forestali del Vco per 30mila euro

VERBANIA, 12 maggio 2023, 15:09

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Cinque imprese del Verbano-Cusio-Ossola sono state sanzionate per complessivi 30mila euro dai carabinieri forestali per illecito prelievo di acque pubbliche. Continuavano a prelevare acqua non avendone diritto, in quanto non avevano rinnovato le autorizzazioni concesse dalla Provincia per le captazioni idriche. Gli illeciti sono stati riscontrati nei comuni di Gravellona Toce, Bee, Domodossola, Santa Maria Maggiore e Vanzone con San Carlo.
    I controlli, dettati dall'emergenza idrica, rientrano nella campagna avviata ad aprile su tutto il territorio nazionale dal Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri. Nel Vco, i carabinieri forestali hanno in particolare verificato le autorizzazioni rilasciate ad enti e imprese scadute negli ultimi tre anni: su dieci controlli, la metà dei quali su captazioni idriche superficiali tramite prelievo d'acqua da fiumi e torrenti e altrettanti su captazioni sotterranee con prelievo tramite pozzi di profondità, cinque hanno rivelato che al mancato rinnovo della concessione non era corrisposta l'effettiva cessazione del prelievo.
    Le ditte sono quindi state sanzionate per l'illecito prelievo, per l'omesso versamento dei canoni di concessione e per il mancato smantellamento delle opera di presa installate.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza