Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Torino: un Polo culturale racconta popoli e missionari

Torino: un Polo culturale racconta popoli e missionari

'Una finestra sul mondo per gettare semi di tolleranza'

TORINO, 19 aprile 2023, 12:43

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Una finestra aperta da Torino sul mondo per "gettare i semi della tolleranza e fraternità". Con questo obiettivo nasce il nuovo Polo culturale dei Missionari della Consolata, 'Cam - Cultures and Mission', che racconta oltre 100 anni di missioni e decine di culture grazie a un percorso espositivo immersivo, nel quale gli oggetti etnografici raccolti fin dall'inizio del Novecento dialogano con una narrazione sulla missione.
    Uno spazio dedicato al dialogo e alla conoscenza fra i popoli che aprirà al pubblico dal 10 giugno, dal martedì alla domenica, con momenti di approfondimento. "L'augurio - sottolinea Padre Stefano Camerlengo, superiore generale dell'Istituto Missionari della Consolata - è che questo centro diventi un luogo dove si possa pensare, e pensare un po' diversamente da come si pensa in modo globale, e che chi viene qui possa poi uscire e piantare gli alberi della fraternità, dell'amicizia, camminare insieme per dire qualcosa di nuovo a questa umanità, che crediamo ne abbia bisogno".
    Per il sindaco Stefano Lo Russo "aprire un centro che racconta la storia dell'opera dei missionari è un elemento buono di per sé, ma in questo momento particolare assume un significato ancora più profondo ed etico, valoriale e politico.
    Oggi abbiamo di fronte sfide complesse, con una corrente di intolleranza che soffia sempre più forte e che va fermata. E semi di bene come questo sono di grande aiuto, perché la capacità di inclusione è l'unica strada possible per costruire un futuro migliore".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza