Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Questura Torino, divieto accesso locali divertimento a 4 giovani

Questura Torino, divieto accesso locali divertimento a 4 giovani

Per l'area tra corso Regina e corso San Maurizio, per due anni

TORINO, 03 marzo 2023, 09:53

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Divieto di accesso e di stazionare vicino a pubblici esercizi e locali d'intrattenimento nell'area compresa tra corso Regina Margherita, lungo Po Macchiavelli, corso San Maurizio e via Rossini per quattro giovani per due anni: è la misura di prevenzione personale emessa dal questore, dal momento che i quattro, immigrati di seconda generazione, poco più che ventenni, sono "gravemente indiziati di avere commesso diversi reati nell'area della movida torinese".
    Le indagini condotte dalla squadra mobile e dal commissariato di Dora Vanchiglia hanno portato a individuare infatti i presunti responsabili di alcune rapine e aggressioni commesse ai danni di coetanei vicino ai locali della movida torinese e di procedere, lo scorso gennaio, al loro arresto in esecuzione di misure cautelari.
    La misura di prevenzione personale è stata emessa per "la pericolosità sociale dei giovani e in considerazione dell'adozione, da parte dell'autorità giudiziaria, di misure cautelari restrittive".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza