Piemonte

Sanità: manca sangue in Piemonte, appello Regione a raccolta

Scarseggia anche il personale sanitario per la raccolta

(ANSA) - TORINO, 29 SET - La Regione Piemonte lancia un appello per sensibilizzare sulla raccolta di sangue. Nei giorni scorsi l'assessore alla Sanità della Giunta Cirio, Luigi Icardi, ha incontrato la Struttura regionale di coordinamento trasfusionale e le associazioni dei donatori di sangue, dalle quali è arrivata la segnalazione della carenza. Il motivo principale è ancora il Covid, che impiega sangue nelle attività urgenti legate alla pandemia. Scarseggia inoltre il personale sanitario da dedicare alla raccolta di sangue ed emocomponenti, la cui carenza è stimata in circa 80 unità tra medici e infermieri.
    Finora il Piemonte è sempre stato una delle prime Regioni in Italia per donazione di sangue e quella che cede più sangue alle altre. La rete trasfusionale piemontese, coordinata da Arabella Fontana, dispone di 380 punti di raccolta fissa e mobile. Ma l'attuale tendenza con il passare del tempo rischia di tramutarsi in una emergenza.
    Chiunque fosse interessato a raccogliere l'appello, fa sapere la Regione, può rivolgersi al Servizio Trasfusionale più vicino oppure scrivere ai seguenti indirizzi e-mail: info@avispiemonte.it e segreteria@fidasadsp.it. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie