Piemonte

''Prima l'alluvione, ora il lupo. Siamo allo stremo''

Appello dalla valle Anzasca, una bestia sbranata ogni giorno

(ANSA) - MACUGNAGA (VCO), 05 AGO - ''Basta parole a vuoto, ormai siamo allo stremo delle nostre forze. E' ora che qualcuno intervenga''. E' l'appello lanciato da Sonia Buchetti che con il marito Marco Bonfadini alleva animali in valle Anzasca, una laterale dell'Ossola.
    ''Prima l'alluvione ci ha portato via tutto, ora ogni giorno un nostro animale viene azzannato dal lupo. Non ce la facciamo più. Non passa giorno che il lupo non uccida una della loro bestie. E' ora che qualcuno intervenga'', dice Sonia Buchetti, che quest'estate ha portato le sue bestie nella zona di Macugnaga (VCO) dove la presenza di lupi è certa. Quest'inverno i carnivori erano stati visti anche in paese.
    La coppia di pastori di Bannio Anzino, tre figli, trae sostentamento dall'allevamento per la famiglia. Già ad ottobre 2020 aveva perso tutto: 196 animali, spazzati via dalle acque del fiume Toce in piena. "Non si è salvato nulla - dice la donna - . Abbiamo sentito promesse, firmato carte su carte ma di rimborsi ancora niente: contributi zero. Siamo allo stremo, già con l'alluvione il Toce ci ha spazzato via tutto. Siamo rimasti senza nulla''. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie