Cappella Guarini torna luogo culto, nominato cappellano

Arcivescovo Torino, per celebrare momenti che richiamano Sindone

(ANSA) - TORINO, 04 MAG - L'arcivescovo di Torino, Monsignor Cesare Nosiglia, ha deciso di nominare un sacerdote cappellano della Cappella del Guarini "in modo che in particolari date o momenti che richiamano la Sindone possa celebrare qui la messa o altre funzioni liturgiche". Ad annunciarlo è lo stesso prelato in occasione della celebrazione per la festa annuale della Sindone, che quest'anno si tiene proprio nella Cappella, tornata a splendere dopo i restauri seguiti all'incendio che la danneggiò gravemente nel 1997.
    "Questa Cappella - sottolinea monsignor Nosiglia nella sua omelia - non è solo un pezzo di museo pure importante, ma rispecchia e rinnova il significato che il Guarini ha dato alla sua opera. Ora possiamo ben dire che questa macchina architettonica e spirituale si è di nuovo attivata e pertanto si può nuovamente fare della Cappella un luogo di culto come era all'inizio nelle intenzioni dell'autore che vanno dunque rispettate con la massima fedeltà. La Sindone non è più qui - conclude - ma il luogo resta imperituro come scrigno che l'ha contenuta e auspico che possa ritrovare il suo pregnante contenuto spirituale che il Guarini ha voluto darle e che anche oggi siamo chiamati a rispettare". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie