Superlega: Boniek, Agnelli? preferisco non parlare di lui

'Hanno ossessione di vincere ma non sanno gestire conti'

(ANSA) - ROMA, 22 APR - "Una Superlega esiste già ed è l'attuale Champions League: in questa competizione partecipano solo i migliori, quelli che vanno avanti per merito sportivo.
    Quella programmata da altri era un circuito chiuso per quindici squadre. Hanno l'ossessione di vincere, ma non hanno saputo gestire i conti". Intervistato da Radio Kiss Kiss, il neo-vicepresidente dell'Uefa Zbigniew Bonek, ex campione di Juventus e Roma, torna a parlare della Superlega.
    "Perché il Napoli non poteva rientrare nella Superlega? Perché doveva essere invitata di tanto in tanto e non parteciparvi di diritto? - dice ancora Boniek -: non è meno importante delle altre società. Quei quindici club avrebbero dato una sorta di elemosina alle altre. E poi lo ripeto: l'ossessione di vincere non può superare la necessità di tenere i conti a posto".
    Non manca una considerazione su Andrea Agnelli: "Preferisco non parlare di lui - sottolinea l'ex bianconero -, mi ha tolto la stella dallo Stadium per quello che avevo fatto con la Juventus.
    Potrei dire mille cose su di lui, ma preferisco rimanere in silenzio e tenermi tutto per me". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie