Aiuti negati ai bisognosi, Rosetta resta a domiciliari

Gip respinge istanza legali ex sindaca San Germano Vercellese

(ANSA) - VERCELLI, 22 GEN - Il gip del tribunale di Vercelli non ha accolto la richiesta dei difensori di Michela Rosetta e ha respinto l'istanza di revoca degli arresti domiciliari a cui da una settimana è sottoposta l'ex sindaca di San Germano.
    Rosetta, insieme all'ex assessore comunale Giorgio Carando, è al centro di un'inchiesta della procura di Vercelli per aver negato pacchi alimentari ai bisognosi e averli invece distribuiti a chi non aveva necessità. A seguito delle dimissioni da sindaca, il difensore di Rosetta, Roberto Capra, aveva avanzato richiesta di revoca dei domiciliari, a cui si era opposto il sostituto procuratore Davide Pretti, titolare dell'inchiesta.
    Con i due amministratori, nell'inchiesta sono indagate sette persone e altre tre hanno l'obbligo di presentarsi alle forze dell'ordine: peculato, falso materiale e ideologico e abuso d'ufficio i reati contestati a vario titolo. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie