Salone Risparmio: Fideuram, IA dà contributo rivoluzionario

Persona resta al centro, macchine prive di intelligenza emotiva

Redazione ANSA Milano

“Nel nostro settore assistiamo ad un utilizzo sempre più diffuso dell’intelligenza artificiale, che preferisco inquadrare sotto il concetto di intelligenza aumentata, per sottolineare il rivoluzionario contributo che può dare a favore del consulente finanziario e della sua relazione con il cliente". Lo afferma Raffaele Levi, responsabile modello business di Fideuram–Intesa Sanpaolo Private Banking, durante il Salone del Risparmio.
"Nuovi strumenti - spiega - ci aiutano a incrementare la nostra capacità di erogare servizi ancor più personalizzati e sicuri, strumenti di gestione del portafoglio e controllo del rischio più efficaci, e prodotti sempre più evoluti". In questo contesto, "mi piace ricordare che l’intelligenza artificiale continua ad aprire frontiere anche in termini di nuovi mestieri e competenze, opportunità che in Fideuram–Intesa Sanpaolo Private Banking monitoriamo costantemente. Siamo infatti sempre alla ricerca di nuovi talenti e proponiamo una formazione continua ai nostri consulenti, perché la persona rimane al centro di questo processo. Le macchine rimarranno sempre prive di intelligenza emotiva e sociale, elemento invece imprescindibile nella relazione di fiducia tra cliente e consulente".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA