Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Pnrr: Uncem Molise,bando Rigenerazione urbana va riformulato

Pnrr: Uncem Molise,bando Rigenerazione urbana va riformulato

Paglione, modalità discutibili, creano disparità tra Comuni

CAPRACOTTA, 02 novembre 2022, 16:23

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il bando 'Rigenerazione Urbana' del Pnrr, "oggetto di forti critiche da parte di un'ampia platea di amministratori comunali, andrebbe annullato e riformulato per evitare ulteriori contrapposizioni e disparità tra comuni e territori". Lo afferma Candido Paglione, sindaco di Capracotta (Isernia) e presidente di Uncem Molise, condividendo quanto espresso al riguardo dal presidente nazionale dell'Uncem, Marco Bussone.
    "Ancora una volta - spiega - viene utilizzato l'indice di vulnerabilità sociale e materiale (Ivsm), con l'obiettivo di fornire una misura del livello di vulnerabilità, sociale e materiale, dei comuni italiani. Combinando sette indicatori elementari, che descrivono le principali dimensioni 'materiali' e 'sociali' della vulnerabilità (livello di istruzione, strutture familiari, condizioni abitative, partecipazione al mercato del lavoro e condizioni economiche), l'indice fornisce elementi per l'individuazione di potenziali aree di criticità e dovrebbe favorire il confronto e il dialogo tra i territori".
    "Questo almeno nelle intenzioni - osserva Paglione - ma l'indicatore suscita alcune perplessità ed ha scatenato da qualche mese un vivace dibattito. Si tratta di una modalità molto discutibile per classificare i comuni che, ancora una volta, rischia di provocare delle ingiustizie clamorose. Secondo l'Ivsm, ad esempio, i comuni dell'Area Gal dell'Alto Molise, con Agnone (Isernia) in testa e a seguire Capracotta e gli altri comuni che hanno subito e continuano a subire un trend di spopolamento pazzesco, non vengono considerati marginali e quindi sono indietro nella classifica di marginalità e non possono beneficiare di interventi di sostegno alle loro popolazioni residenti. Intanto, altri territori, si trovano a beneficiare di importanti finanziamenti. In Campania, tanto per fare qualche esempio, Capri e Positano, che hanno un indice di vulnerabilità sociale e materiale più alto del nostro, risultano beneficiari dei finanziamenti per la Rigenerazione Urbana. Credo - conclude - che occorra rivedere con urgenza questi parametri, prima che possano diventare strumento di selezione per gli altri bandi del Pnrr e determinare ulteriori e gravi ingiustizie tra comuni e territori".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza