Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Testa marmorea imperatore Augusto ritrovata a Isernia

Testa marmorea imperatore Augusto ritrovata a Isernia

Scoperta casuale durante lavori per crollo mura via Occidentale

ISERNIA, 29 aprile 2021, 18:17

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Una testa marmorea dell'imperatore Augusto è stata ritrovata a Isernia. La scoperta archeologica è stata casuale, il reperto è venuto alla luce durante i lavori per il crollo di una parte delle mura di via Occidentale. Lo rende noto la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio del Molise con un post pubblicato sulla pagina Facebook: "La migliore risposta alle polemiche strumentali di tutti quelli che hanno parlato senza aver letto (o ancor peggio che hanno letto senza capire) le prescrizioni per l'area delle mura crollate: si, è proprio lui...l'imperatore Augusto, testa di statua in marmo rinvenuta oggi nel corso dello scavo. Perché dietro le mura di una città ovviamente ci sono la città e la sua storia, che non si possono perforare con una palificata di cemento". La Soprintendenza ha pubblicato anche le foto sulla pagina facebook. Il ritrovamento è ritenuto di grande valore poiché, se le indagini successive confermeranno, potrebbe aggiungere nuovo tassello alla storia di Isernia.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza