Turismo: Aast, trend Termoli 2020 meglio di Rimini

Emergenza sanitaria incide in maniera importante,presenze -12,3%

(ANSA) - TERMOLI, 12 GEN - Sono state 132.028 le presenze di turisti a Termoli (Campobasso) nel 2020 di cui la gran parte, 125.574, italiani: lo ha reso noto l'Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo (Aast). Preferiti b&b e residence che hanno visto una crescita del 2,6; in calo, invece, gli hotel.
    Complessivamente, fra strutture alberghiere ed extralberghiere, le presenze sono scese del 12,3% rispetto al 2019. Gli arrivi nell'anno sono stati 37.021 di cui 35.125 italiani.
    Per quanto riguarda la provenienza, a Termoli sono arrivati per il 37% dal nord Italia, per il 16% dal centro e per il 47% dal Sud. Nell'analisi complessiva Termoli è andata meglio di Rimini, anche se in negativo sul bilancio della città molisana pesano i mancati arrivi di stranieri a causa delle ordinanze restrittive del Governo seguite all'aumento dei contagi da Covid-19. L'Emergenza sanitaria ha inciso in maniera importante.
    Nei periodi di maggiore normalità, fuori dal lockdown, il settore turistico termolese ha ottenuto buoni riscontri. In autunno, a ottobre in particolare, le strutture extralberghiere sono state privilegiate dai viaggiatori.
    Negli ultimi dati riferiti a dicembre, invece, si è registrata un'inversione di tendenza: gli hotel hanno contenuto il trend negativo (-1,6% presenze nel mese) meglio dei residence.
    "Valutando i dati complessivi - dichiarano dall'ufficio statistico dell'Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo - possiamo dire che Termoli è andata meglio di Rimini. Il danno al turismo in ambito locale comunque c'è stato. Ne hanno risentito tutti gli imprenditori, con particolare riferimento ai piccoli operatori". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie