Marche

  1. ANSA.it
  2. Marche
  3. Speciali
  4. "Decanto" tra musica e vini, 17 concerti Orchestra Rossini

"Decanto" tra musica e vini, 17 concerti Orchestra Rossini

Da maggio a luglio nel Pesarese, con Sinfonica e altri artisti

Redazione ANSA ANCONA

(ANSA) - ANCONA, 10 MAG - Degustazioni di vini e concerti nelle cantine vinicole del Pesarese con "Decanto": 17 appuntamenti a partire dal 21 maggio al 29 luglio prossimi che vedranno protagonisti i musicisti dell'Orchestra Sinfonica G.
    Rossini di Pesaro che si esibiranno nelle più prestigiose aziende vitivinicole del territorio con l'obiettivo di estendere in futuro l'iniziativa ad altre zone delle Marche.
    Sarà un tour all'insegna dell'eccellenza marchigiana per scoprire le produzioni vitivinicole di qualità e dei territori in cui nascono. Un'occasione per degustare i vini a Denominazione d'origine controllata (il Bianchello del Metauro Doc, il Colli Pesaresi Doc con le sottozone di produzione Focara, Roncaglia e Parco Naturale Monte San Bartolo, il Pergola Doc) e per ascoltare i solisti dell'Osr, anch'essi espressione del territorio. Con loro, artisti ospiti internazionali come il baritono Nicola Alaimo, Michele Panzieri con la sua Orchestra Elettrica, la cantante Clarissa Vichi, il sassofonista Gaetano Di Bacco e il chitarrista Giovanni Seneca.
    In Regione la presentazione del progetto dell'Osr, guidata dal presidente e sovrintendente Saul Salucci, che nasce da una ricognizione fatta sul territorio da Bruno Maronna, referente Osr del progetto, che ha ottenuto vastissima adesione delle aziende vitivinicole. L'idea è valorizzare dei prodotti attraverso il connubio con la musica. "Il progetto nasce sulla linea di sviluppo della Regione e sottolinea come l'enogastronomia rappresenti un valore culturale del territorio, che porta con sé saperi di antiche radici - commenta l'assessore alla Cultura Giorgia Latini -. Il binomio vincente tra produzione agricola di qualità e produzione concertistica, asset vincenti della nostra Regione, si inserisce in un percorso interdisciplinare, che rappresenta anche un'importante opportunità per gli artisti di valore delle Marche, in questo caso rappresentati dai solisti dell'Orchestra Rossini e da ospiti prestigiosi. Portare la musica in luoghi solitamente non deputati allo spettacolo dal vivo contribuisce ad un maggiore coinvolgimento del pubblico, dai cittadini ai turisti, che si trovano a percorrere un sentiero nella bellezza della nostra regione". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie