Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Accoltella vicina alla schiena dopo una lite per futili motivi

Accoltella vicina alla schiena dopo una lite per futili motivi

A Pasquetta aggressione a Porto Recanati, 24enne denunciata

PORTO RECANATI, 02 aprile 2024, 16:59

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel giorno di Pasquetta, in seguito ad una lite scaturita da futili motivi, una 24enne del Frusinate ha aggredito con un coltello una vicina di casa 49enne, originaria del Brasile, ferendola alla schiena. Il fatto è accaduto nel centro di Porto Recanati (Macerata) verso le 15.30: i carabinieri della Stazione di Porto Recanati hanno in seguito denunciato in stato di libertà la 24enne.
    La donna ferita è stata soccorsa dal 118 di Recanati e trasportata al pronto soccorso dell'ospedale di Civitanova marche dove ha ricevuto le cure per le lesioni da arma da taglio subite sotto una scapola, giudicate guaribili in giorni 20. La 49enne è ancora ricoverata in ospedale. Dopo l'aggressione, la 24enne si era data alla fuga ma è stata individuata dai carabinieri che hanno ricostruito la dinamica dei fatti. Le contestazioni sono da ritenersi allo stato provvisorie e la responsabilità penale dell'indagata sarà accertata solo all'esito del giudizio.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza