Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Messaggi minatori e Gps sotto auto altra donna, denunciata

Messaggi minatori e Gps sotto auto altra donna, denunciata

Carabinieri di Montegranaro, stalking con uso mezzi informatici

FERMO, 11 maggio 2023, 14:05

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Spinta forse dalla gelosia ha piazzato un dispositivo Gps sull'automobile di un'altra donna nei confronti della quale, da circa due anni, stava compiendo atti persecutori: continui messaggi ingiuriosi e minatori per effetto dei quali quest'ultima era stata costretta a vivere in un perdurante stato di ansia, dovendo anche modificare le abitudini quotidiane di vita.
    È accaduto a Montegranaro (Fermo); la protagonista è una donna denunciata dai carabinieri del Comando Provinciale dei Carabinieri di Fermo per stalking con l'aggravante dell'utilizzo di strumenti informatici o telematici. La vittima aveva recentemente rinvenuto sotto la propria auto, un oggetto metallico magnetico poi risultato essere un dispositivo Gps completo di scheda Sim ed antenna.
    Secondo le indagini dei militari, il posizionamento del dispositivo sarebbe riconducibile con certezza alla donna denunciata.
    A Pedaso (Fermo) invece i militari della Stazione Carabinieri hanno attivato il codice rosso, affidando a una struttura protettiva una donna che aveva denunciato maltrattamenti da parte del convivente. I carabinieri hanno svolto rapidi accertamenti e raccolto indizi di colpevolezza a carico dell'uomo che da tempo sottoponeva la convivente a condotte aggressive e vessatorie, di natura verbale e fisica, finora mai denunciate. Condotte che sarebbero sfociate anche in percosse subite per futili motivi, senza che la donna ricorresse ricorrere a cure sanitarie. Nell'ultimo caso, invece, la vittima ha richiesto l'intervento dei Carabinieri. È stato attivato il codice rosso e la conseguente protezione.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza