Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mons. Salvucci su "voci stonate", "Cristo centro due diocesi"

Mons. Salvucci su "voci stonate", "Cristo centro due diocesi"

Arcivescovo Pesaro Urbino dopo le polemiche su annuncio unione

ANCONA, 19 gennaio 2023, 20:21

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

   "Ciascuno di voi si studi di far coro". Le parole di Sant'Ignazio di Antiochia, padre della Chiesa, vescovo e martire del primo secolo dell'era cristiana, hanno fatto riflettere mons. Sandro Salvucci di recente nominato arcivescovo anche di Urbino oltre che di Pesaro, con l'unificazione delle due diocesi. Mons. Salvucci, ha "pensato a quanto si sta agitando in queste settimane nel Pesarese-Urbinate dopo l'annuncio dell'unione dell'Arcidiocesi di Urbino-Urbania-Sant'Angelo in Vado a quella di Pesaro 'nella persona del vescovo'.
    "Il fatto che il vescovo coinvolto sia poi il sottoscritto è un caso: fino a nove mesi fa ero felicemente parroco di tre parrocchie, 'triparroco' mi definivano scherzosamente, - osserva mons. Salvucci - e di certo non immaginavo neanche lontanamente di trovarmi in mezzo a questa avventura". "Fino ad oggi - aggiunge l'arcivescovo - sono intervenute tante voci 'fuori dal coro', in gran parte ospitate dalle cronache locali, molte di esse, lasciatemelo dire, decisamente 'stonate', alcune perfino strampalate. Abbiamo letto interventi di politici di ogni orientamento e di esponenti della cultura".
    "Li ringrazio tutti per l'attenzione verso la Chiesa e per il ruolo che le viene riconosciuto, ma c'è un 'ma'. - prosegue - Tutti, chi più chi meno, manifestano un limite sostanziale: parlano della Chiesa con categorie mondane. Gesù Cristo, a cui sempre la Chiesa deve riferirsi come al suo fondatore, ammonisce i suoi discepoli dicendo che essi sono 'nel' mondo, ma non sono 'del' mondo". "Fino ad oggi - così l'arcivescovo di Pesaro e Urbino - abbiamo immaginato la diocesi come un cerchio con un centro, da domani sarà un'ellisse con due fuochi (Pesaro e Urbino, dove abiterò ex aequo). Sempre con un centro, che non è il vescovo, bensì Cristo".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza