Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Roia guida il Tribunale e la moglie-giudice fa un passo indietro

Roia guida il Tribunale e la moglie-giudice fa un passo indietro

Discorso di insediamento: "Desidero le stesse chance tra uomo e donna"

MILANO, 12 febbraio 2024, 17:14

Redazione ANSA

ANSACheck

Il giudice Fabio Roia - RIPRODUZIONE RISERVATA

Il giudice Fabio Roia -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giudice Fabio Roia - RIPRODUZIONE RISERVATA

   Prima dei ringraziamenti ha chiesto una "deroga". E nel porgere pubblicamente le "scuse" alla moglie, che ha rinunciato a guidare una sezione civile per consentire a lui di diventare presidente del Tribunale, ha sollevato un tema che gli sta a cuore: "Emerge sempre la questione di genere con la donna che deve arretrare per fare spazio all'uomo". Inizia così il discorso di insediamento di Fabio Roia, da oggi ufficialmente alla guida dei giudici milanesi, sulla poltrona che fu di Piero Pajardi, Livia Pomodoro, Roberto Bichi.

    Con un atto di scuse ma anche di riconoscenza e ringraziamento ad Adriana Cassano Cicuto, "giudice che conosco molto bene" e persona su cui "ho scommesso la mia vita". Atto che ha incassato un lungo applauso da parte del pubblico e che gli ha permesso di toccare uno degli argomenti su cui da anni cerca di sensibilizzare l'opinione pubblica. "Da parte mia - ha aggiunto - il desiderio e l'impegno che in un momento davvero prossimo si possa dire e fare il contrario, attraverso la creazione di una effettiva parità di chance fra donna e uomo in tutte le articolazioni della società, con l'uomo che rinunci senza frustrazioni a favore della donna".

    Alla cerimonia, che si è tenuta nell'aula maga del Palazzo di Giustizia, oltre ai moltissimi esponenti delle istituzioni presenti - tra i quali l'ex ministro e ora presidente del Copasir, Lorenzo Guerini - tantissimi giudici ora in pensione, tra cui l'ex presidente della Corte d'Appello Marina Tavassi e l'ex presidente del Tribunale di Bergamo, Ezio Siniscalchi, oltre che Roberto Bichi. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza