Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Inaugurati 6 nuovi alloggi in cohousing per i fragili in Brianza

Inaugurati 6 nuovi alloggi in cohousing per i fragili in Brianza

Delpini alla cerimonia, 'è bello curarsi gli uni degli altri'

MONZA, 15 dicembre 2023, 13:26

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sei nuovi appartamenti in co-housing per soggetti fragili della Fondazione As.Fra-Adele Bonolis, sono stati inaugurati oggi all'interno della residenza 'Casa San Paolo' di Vedano al Lambro (Monza), che già ospita 5 persone. Le nuove unità abitative - una da 4 posti, 3 da 1 e 2 unità da 2, per un totale di 11 posti, oltre ai 5 già esistenti - andranno a persone con fragilità psicologica e psichiatrica, che stanno seguendo percorsi riabilitativi finalizzati all'autonomia.
    Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato, tra gli altri, il presidente della Fondazione Adele Bonolis Alessandro Pirola, e l'arcivescovo di Milano monsignor Mario Delpini.
    "Quella di oggi è una data storica per noi - ha dichiarato Pirola - con il nuovo anno gli appartamenti apriranno ufficialmente a nuovi ospiti. L'obiettivo della Fondazione è di curare i suoi pazienti - ha aggiunto - per fare in modo che, migliorando le loro condizioni, possano inserirsi nel mondo del lavoro, la condizione di base di re-ingaggio del malato nella società".
    "Sono qui per dire che è più bello fare il bene che il male, essere insieme che da soli - ha commentato l'arcivescovo - curarsi gli uni degli altri che chiudersi in casa e abbandonare al proprio destino chi magari soffre di fragilità che ci fanno un po' paura".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza