Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Teatro: il silenzio che parla dei Mummenschanz al Nazionale

Teatro: il silenzio che parla dei Mummenschanz al Nazionale

Simbolo commedia contemporanea maschere, dal 10 al 12 marzo

MILANO, 25 febbraio 2023, 16:35

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Tappa milanese per festeggiare i 50 anni sul palco per una delle compagnie più conosciute al mondo: i Mummenschanz, soprannominati 'Les musiciens du silence', saranno al Nazionale da venerdì 10 a domenica 12 marzo, guidati dalla sua fondatrice Floriana Frassetto per celebrare mezzo secolo di arte.
    Il pubblico verrà catapultato in un viaggio fantastico e poetico. La trasformazione diventa una rappresentazione nella quale il silenzio è un grande protagonista. L'ordinario diventa straordinario, gli oggetti della quotidianità si animano di prospettive inaspettate, infondendo loro nuova vita. Un racconto giocoso, interattivo, scandito da piccoli sketch, rivolto a tutti, grandi e piccoli, e dove il divertimento, la dolcezza e soprattutto la fantasia sono i veri protagonisti.
    "Ho il cuore pieno di gioia, orgoglio e gratitudine - racconta Floriana Frassetto - perché ciò che Bernie Schürch, Andres Bossard e io abbiamo creato cinquant'anni fa continua ancora oggi a stupire e far ridere il pubblico di tutto il mondo. La nostra forma di espressione, un gioco teatrale fatto di maschere, forme e luci, è unica nel suo genere. Sono felice di entusiasmare ancora oggi persone di culture diverse con la nostra arte giocosa e poetica, priva di voce ma ricca di fantasia, risvegliando il bambino o la bambina che è in ognuno di voi". Dalla sua fondazione a Parigi nel 1972, i Mummenschanz sono il simbolo della commedia contemporanea delle maschere, al di là di ogni barriera geografica, linguistica e culturale.
    Senza parole, musica né scenografia, hanno conquistato il successo con le loro storie esclusivamente visive, avvalendosi solo di maschere, di corpi e di uno sfondo nero, creando una nuova dimensione dell'arte di fare teatro.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza