Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Bimba morta: pm, madre a processo per omicidio premeditato

Bimba morta: pm, madre a processo per omicidio premeditato

Procura Milano chiede giudizio immediato per Alessia Pifferi

MILANO, 10 febbraio 2023, 17:28

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

I pm di Milano Francesco De Tommasi e Rosaria Stagnaro hanno chiesto il processo con rito immediato per Alessia Pifferi, la 37enne in carcere da fine luglio scorso per aver lasciato morire di stenti la figlia Diana, di quasi un anno e mezzo, abbandonandola da sola in casa per sei giorni. La Procura ha deciso di contestare nell'imputazione di omicidio volontario anche l'aggravante della premeditazione, che era stata esclusa dal gip nella misura cautelare. Omicidio aggravato pure dall'aver ucciso la figlia e dai motivi futili e abietti.
    Sulla richiesta di processo immediato (si salta l'udienza preliminare) dovrà decidere il gip Fabrizio Filice e poi la donna andrà a giudizio in Corte d'Assise, dove rischia l'ergastolo. La piccola, scrivono i pm nell'imputazione, venne lasciata "priva di assistenza e assolutamente incapace, per la tenerissima età, di badare a se stessa, senza peraltro generi alimentari sufficienti e in condizioni di palese ed evidente pericolo per la sua vita, pure legate alle alte temperature del periodo". Tutto ciò causò "nella minore una 'forte disidratazione', con 'deragliamento delle funzioni cellulari con particolare riferimento al sistema nervoso centrale e al circolo', culminato nel decesso".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza