Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'Vallanzasca sta male', chiesta perizia sulle sue condizioni

'Vallanzasca sta male', chiesta perizia sulle sue condizioni

Così difesa in udienza. Pm ha chiesto altri 6 mesi di isolamento

MILANO, 18 gennaio 2023, 15:24

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Renato Vallanzasca, 72 anni ed ex protagonista della malavita degli anni '70 e '80, avrebbe problemi seri di salute, dal punto di vista fisico e mentale. Su queste basi la sua difesa ha chiesto oggi al Tribunale di Milano di effettuare una perizia medico-legale, per verificare la sua capacità di stare in giudizio, nell'udienza che si è tenuta mercoledì mattina. Procedimento scaturito dalla richiesta della Procura milanese di applicargli "l'isolamento diurno per ulteriori 6 mesi".
    La richiesta di aggravamento dell'isolamento per Vallanzasca, detenuto a Bollate con "fine pena mai", è stata avanzata dal pm dell'Ufficio esecuzioni Adriana Blasco in un atto nel quale viene ricalcolato il cumulo pene per l'ex bandito della Comasina, anche sulla base della condanna, definitiva dal 2016, per la tentata rapina (di due mutande, un paio di cesoie e del concime) compiuta in un supermercato nel 2014, quando aveva ottenuto la semilibertà, poi revocata.
    Nell'udienza davanti al giudice Ilaria Simi De Burgis i legali di Vallanzasca hanno chiesto la perizia per valutare la sua capacità processuale, perché, secondo la difesa, il 72enne non sarebbe in condizioni di prendere parte ad un procedimento.
    Già in un provvedimento dei giudici della Sorveglianza, con cui nei mesi scorsi era stata rigettata un'altra richiesta di liberazione condizionale e semilibertà, era scritto che Vallanzasca "in particolare dal 2021" è un "uomo provato", sia nel fisico che nella mente, "segnato ovviamente da circa 50 anni di carcere". E che "a volte" appare "un po' spaesato". E i legali avevano depositato documentazione medica con valutazioni neurologiche.
    Il giudice dovrà decidere sulla richiesta di perizia e la prossima udienza è fissata per marzo. Intanto, sempre la difesa ha chiesto al pm di applicare l'indulto sulle pene (sconto di 3 anni).
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza