Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ucraina: Milano chiede altri 150 posti per accogliere rifugiati

Ucraina: Milano chiede altri 150 posti per accogliere rifugiati

Con una delibera la Giunta comunale dà l'ok all'iter del ministero

MILANO, 09 aprile 2022, 15:41

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Comune di Milano è pronto ad ampliare la rete di accoglienza diffusa rivolta ai rifugiati titolari di protezione internazionale in arrivo dall'Ucraina con altri 150 posti. Con questo ulteriore ampliamento i posti complessivi a disposizione diventeranno oltre mille.
    Con una delibera approvata dalla giunta il Comune ha aderito alla procedura di ampliamento dei posti nel Sistema di Accoglienza e Integrazione (Sai) disposta dal Ministero dell'Interno. Se l'iter andrà a buon fine, il Comune potrà rafforzare la rete di accoglienza diffusa di secondo livello con 150 posti in più che andranno ad aggiungersi ai 757 posti attualmente finanziati (400 per i minori stranieri non accompagnati, 342 per la categoria 'ordinari' e 15 dedicati nello specifico a chi soffre di disagio mentale o sanitario) e ai 200 in attivazione. Sono poco meno di un centinaio i profughi ucraini già ospitati nelle strutture di prima accoglienza del Comune di Milano (Casa Jannacci e il centro di viale Puglie). I posti in più messi a disposizione verranno quindi utilizzati per proseguire questo percorso, garantendo un'accoglienza di qualità e percorsi di integrazione. "Non possiamo sapere quanto durerà il conflitto e dobbiamo essere pronti a fare di più, rafforzando la rete di accoglienza di secondo livello che prevede, oltre all'ospitalità - ha sottolineato l'assessore al Welfare, Lamberto Bertolè -, percorsi di inclusione e integrazione".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza