Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Atalanta, Cisse: 'Essere in squadra è indescrivibile'

Atalanta, Cisse: 'Essere in squadra è indescrivibile'

'Contento del gol a Bologna, è una grande opportunità'

BERGAMO, 26 marzo 2022, 19:03

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Sono contento di aver aiutato la squadra, è una cosa emozionante. Far parte dell'Atalanta è qualcosa che non posso descrivere a parole". Moustapha Cisse, in gol nella vittoria di misura a Bologna domenica scorsa, s'è rivelato per la prima volta ai canali ufficiali del club nerazzurro.
    "Non riesco ancora a crederci, ho segnato alla prima convocazione e all'esordio. Mi dicono tutti che è stato un bel gol, ma è il risultato del lavoro collettivo - continua l'attaccante della Guinea -. L'ho dedicato a mia madre che mi ha chiesto di fare un gesto per lei. Mi ha detto: 'Fai quello che sai fare, siamo tutti con te'". Dai Rinascita Refugees, la squadra dei profughi del Salento, a Bergamo, il passo non è stato breve: "A Lecce guardavo l'Atalanta in tv, seguendola dalla stagione 2019-2020: impressionante, l'ho anche vista in campionato a Lecce. L'estate scorsa mi hanno riferito che sarebbe venuto a vedermi un direttore della società e pensavo a uno scherzo: io giocavo solo per divertirmi in estate". Infine, l'esordio alla seconda convocazione: "Gasperini mi ha fatto chiamare dal mio mister (Massimo Brambilla, ndr) durante un allenamento della Primavera. Mi è stato detto: 'Va' e quello che sai fare, tutto andrà bene - chiude il diciottenne -. Col Genoa sono rimasto in panchina limitandomi al riscaldamento, mi aspettavo già qualche minuto finale. Adesso devo continuare a lavorare, è solo l'inizio di una grande opportunità".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza