Covid: Lombardia,nessun caso di variante indiana sequenziato

Vice presidente Moratti, Italia indietro con le genotipizzazioni

(ANSA) - MILANO, 04 MAG - In Lombardia non è ancora stato sequenziato alcun caso di variante indiana del Coronavirus. Lo si evince dai dati presentati oggi in Consiglio Regionale dalla vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti, in risposta ad un'interrogazione del consigliere del Movimento 5 Stelle, Gregorio Mammì. Secondo Letizia Moratti, infatti, in Lombardia sono stati sequenziali 5.423 casi di variante inglese, 33 casi di variante sudamericana, 50 casi di variante giapponese e 34 di variante nigeriana. Sono poi stati rilevati 185 casi relativi ad altre varianti, le quali per la dg Welfare non sono di interesse scientifico e, comunque, non riconducibili alla variante indiana. Letizia Moratti ha poi spiegato che "l'Italia è indietro con le genotipizzazioni". "Sarà mia cura portare la questione in conferenza Stato-Regioni con gli altri assessori alla Salute per presentare poi una proposta - ha concluso - per aumentare il sequenziamento così come viene fatto in altri Paesi". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano



      Modifica consenso Cookie