Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Dragaggi conclusi in anticipo in Porto Genova, pronti a maggio

Dragaggi conclusi in anticipo in Porto Genova, pronti a maggio

Fondali più profondi per navi più grandi.

GENOVA, 08 marzo 2023, 13:38

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

I lavori di dragaggio del porto di Genova, per mantenere la profondità che consente la navigazione in sicurezza o in alcuni casi addirittura per scendere ancora in modo da permettere l'ingresso di navi sempre più grandi, saranno pronti con un mese di anticipo rispetto alla tabella di marcia.
    "Siamo fiduciosi di riuscire a concluderli a maggio - spiega Francesca Arena, l'ingegnere che per l'Autorità portuale del Mar ligure occidentale è responsabile unico di progetto per il dragaggio e il potenziamento delle banchine del porto passeggeri e del bacino di Sampierdarena -. Oggi siamo circa al 70% dell'avanzamento lavori. Siamo intervenuti sul bacino del porto commerciale con dragaggi per approfondire ulteriormente i fondali, quindi strutturali, più impegnativi di quelli di manutenzione, e li abbiamo sostanzialmente conclusi: sono in corso i rilievi batimetrici per comprovare il raggiungimento della quota di profondità programmata".
    Si va da - 12,50 metri fino a -14,50 a seconda dei terminal e i dragaggi interessano anche il porto passeggeri, che ora può far entrare anche le nuove navi da crociera world class di Msc, fra le più grandi al mondo. "Sul compendio traghetti stiamo ripristinando i fondali a quota meno 10 - continua Arena -. Sul terminal crociere scendiamo a -11 e abbiamo già raggiunto il risultato a Ponte dei Mille ponente, sulla parte di specchio acqueo che accoglierà il naviglio world class (con pescaggi di 9,40 metri, una stazza lorda di 200 mila tonnellate, circa il 20% in più delle navi da crociera attuali, con lunghezze e larghezze maggiori). Lo abbiamo raggiunto ad agosto, approfondendo di un metro rispetto al fondale attuale, perché la prima di quelle navi era data in arrivo a ottobre anche se poi per diversa programmazione dell'armatore è stato posticipata.
    Quindi abbiamo tenuto il passo con le esigenze dettate dai traffici marittimi, abbiamo concentrato i lavori creando sinergie e siamo riusciti ad arrivare in anticipo".
    Manutenzioni a parte (per mantenere I fondali alle profondità raggiunte), la partita dei dragaggi si chiuderà a maggio. Di approfondimenti ulteriori si riparlerà con la nuova diga.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza