Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Aggredita mentre controlla biglietti sul bus a Genova

Aggredita mentre controlla biglietti sul bus a Genova

Dipendente azienda Amt batte la testa ed è medicata in ospedale

GENOVA, 14 febbraio 2023, 19:11

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

 Una dipendente della aziendi di trasporti genovese Amt è stata aggredita e ferita nel pomeriggio su un autobus da alcune persone alle quali aveva chiesto la verifica dei biglietti. La lavoratrice è stata gettata fuori dal bus e cadendo ha riportato alcuni traumi per i quali è stato necessario rivolgersi al pronto soccorso. A denunciare l'aggressione è stato il sindacato Uiltrasporti.
    E' accaduto sulla linea 1 che da Pegli si dirige verso il centro di Genova. La lavoratrice "è stata spintonata da soggetti ancora da identificare ai quali aveva appena chiesto il documento di viaggio per la verifica. Purtroppo, la verificatrice è stata scaraventata fuori dal bus e, cadendo, ha battuto la testa sul marciapiede; in questo momento la donna si trova al pronto soccorso dell' ospedale Villa Scassi per gli accertamenti del suo stato di salute".
    La Uiltrasporti chiede con forza nuovi percorsi a tutela della salute e della sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori a bordo dei bus. "Gli operatori sono sotto stress a causa dei frequenti episodi di aggressione che avvengono nel corso del servizio. Insieme all'amministrazione comunale e all'azienda Amt si vuole giungere a un percorso comune".
    Le richieste avanzate dal sindacato e al vaglio di Comune e azienda riguardano un coordinamento tra le forze dell'ordine e la Prefettura, il Daspo nei confronti di quei soggetti che tendono a reiterare comportamenti aggressivi a bordo dei bus e di telecamere presso i capolinea e le fermate molto frequentate.
    La Uiltrasporti sostiene che strumenti come, ad esempio, le bodycam possano essere adottati per la sicurezza personale degli addetti su richiesta degli operatori.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza