Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Stankovic, chi sarà pronto andrà in battaglia

Stankovic, chi sarà pronto andrà in battaglia

Tecnico su Inter, li rispettiamo ma noi abbiamo nostra strada

GENOVA, 12 febbraio 2023, 16:57

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Purtroppo abbiamo qualche problema tra infortuni e squalifiche, abbiamo la panchina corta e i cambi sono molto importanti in questi momenti. Ma sono certo di una cosa: chi sarà pronto andrà in battaglia, sono molto fiducioso".
    Così Dejan Stankovic, tecnico della Sampdoria, ai canali ufficiali del club parla della gara di domani sera al Ferraris con l'Inter. Un tuffo nel passato per lui che ha indossato la maglia nerazzurra ma oggi non c'è tempo per i sentimenti con la Samp che deve cercare il colpo grosso se vuole davvero restare agganciata alla serie A dopo l'amarezza per il pareggio di Monza.
    "In settimana abbiamo lavorato bene perché ogni partita è a sé - prosegue il tecnico -, abbiamo cercato di correggere le cose che sono andate meno bene, che si ripetono soprattutto negli ultimi minuti, quando bisogna tenere alta la concentrazione come in tutto l'arco del match". E sull'Inter aggiunge: "E' partita per vincere lo scudetto, c'è un netto distacco col Napoli ma rimane tra le squadre più forti. Hanno campioni che possono risolvere la partita anche in una giornata no. I nostri obiettivi sono ben diversi dai loro, ma dobbiamo affrontarli senza paura. Hanno vinto due derby negli ultimi 20-25 giorni, sono in salute; li rispettiamo ma noi abbiamo la nostra strada da fare".
    Si va verso la conferma del 3-4-1-2 con il neo acquisto Gunter che ha un problema muscolare e dunque non ci sarà. In difesa Murillo, Nuytinck e Amione mentre a centrocampo Zanoli sulla fascia destra prenderà il posto dello squalificato Leris con Djuricic in pole position per giocare alle spalle di Gabbiadini e Lammers. "Mi è dispiaciuto non fare interviste lunedì scorso dopo la gara col Monza solo perché non ho fatto i complimenti in pubblico ai miei ragazzi - racconta il mister dal 'Mugnaini' di Bogliasco -. Abbiamo disputato una partita di livello altissimo, tatticamente, fisicamente e umanamente. Con i nostri tifosi stavamo portando a casa una bella vittoria; poi purtroppo è arrivato il pareggio all'ultimo secondo ma la prestazione c'è stata. Questa è l'unica via".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza