Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sanremo: Will, io cantante per caso grazie alla pandemia

Sanremo: Will, io cantante per caso grazie alla pandemia

"In lockdown cercavo modo per esprimermi". In gara con Stupido

ROMA, 19 gennaio 2023, 14:55

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Tre anni fa era un calciatore che aveva rinunciato al sogno della serie A, oggi Will (classe 1999) si prepara a salire sul palco dell'Ariston tra i Big di Sanremo, dopo aver vinto le selezioni di Sanremo Giovani giusto un mese fa. "Ho cominciato a fare musica perché durante la pandemia mi stavo annoiando e cercavo un modo per esprimermi - racconta il giovane di Vittorio Veneto, cresciuto a Soligo, mamma britannica di Manchester, babbo italiano -. Prima ho cercato la forza nella scrittura, poi è diventata musica. E nel giro di pochi mesi tutto è cambiato". Alla fine del 2019 pubblica i suoi primi brani su YouTube seguiti da un ep. Nel 2020 con "Estate" Will conquista il disco di platino e supera i 30 milioni di stream solo su Spotify. A quel punto gli è chiaro che la musica può diventare la via maestra della sua vita. "Ma non c'è costruzione, quello che faccio lo faccio in totale libertà per il bisogno di esprimermi", spiega Will, William Busetti all'anagrafe, la faccia pulita "e i piedi per terra".
    "Devo ancora realizzare a cosa vado incontro, ma cercherò di arrivare a Sanremo il più preparato possibile dal punto vista musicale e vocale. Se al festival della canzone italiana la voce non è a posto, cosa deve esserlo?". Stupido è il titolo del brano che porta, "più maturo dal mio solito. Ci ho lavorato a lungo. A molti di noi è capitato almeno una volta nella vita di sentirsi stupidi, facendo delle cose stupide anche per amore.
    per questo spero che tutti possano riconoscersi". Il brano anticipa l'uscita del primo disco d'inediti. La mamma inglese lo ha educato all'ascolto di Beatles, Queen, Oasis, il padre a quello dei cantautori come Fabrizio De André, Lucio Dalla, Zucchero "e devo ringraziarli. Intorno ai 15-16 anni sono stato travolto dall'ondata trap e ascoltavo solo quello. Loro mi hanno permesso di allargare i miei orizzonti.
    Dove mi colloco io? In mezzo, che per me vuol dire il pop di oggi con concetti e sonorità diverse dal passato". A maggio Will si prepara a tornare dal vivo con lo "Stupido Tour Venti23", con le prime date annunciate il 3 a Milano, il 4 a Padova, l'11 a Roma.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza