Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Bimbo picchiato: il fratellino sentito dai magistrati

Bimbo picchiato: il fratellino sentito dai magistrati

Avvocato genitori: "Chi sa parli"

VENTIMIGLIA, 12 gennaio 2023, 14:07

Redazione ANSA

ANSACheck

I genitori di R., il bimbo di 6 anni trovato gravemente ferito lo scorso 19 dicembre a Ventimiglia per cui sono indagati con l'accusa di lesioni gravissime dolose la nonna e il compagno di lei, sono stati ascoltati come testi dal pm Maria Paola Marrali, che coordina le indagini. Sentito anche, in forma protetta il fratellino minore di R. Obiettivo è stabilire con più chiarezza i contorni della vicenda e capire se i due bambini siano mai stati al centro di maltrattamenti da parte dei nonni.
    "Lancio un appello a chiunque ha visto o sentito qualcosa: vada da carabinieri, polizia, chiami la procura, chiami me, non fatevi giustizia da soli. L'ultima cosa che vogliamo è che l'attenzione della magistratura venga distolta dal fascicolo di R. che è prioritario in questo momento rispetto al fascicolo sul tizio che ha aggredito fisicamente i nonni". Lo ha detto l'avvocato Maria Gioffrè all'uscita del tribunale di Imperia assieme al proprio assistito, il padre del bimbo. "Ringrazio la polizia e la procura - prosegue il legale -. Stanno svolgendo le indagini con la delicatezza necessaria in un caso del genere, con una grande determinazione. Massima fiducia anche nella dottoressa Marrali, titolare del fascicolo e coordinatrice del settore fasce deboli della Procura di Imperia e a tutti coloro che stanno collaborando per questo caso". Alla domanda se ci fosse un terzo indagato l'avvocato ha risposto: ""C'è il segreto istruttorio che non vogliamo ledere. E' vero che le indagini sono in corso, ma ricordiamoci che nel registro degli indagati ci sono due iscritti, non tre". Le condizioni di R. stanno migliorando e a breve potrebbe essere trasferito nel reparto di terapia sub intensiva dell'ospedale Gaslini di Genova: "E' un momento molto delicato - ha detto il padre - ma R. sta molto meglio, è tornato a sorridere". E sulla presunta aggressione verbale e fisica al compagno della nonna, due giorni fa davanti alle Poste di Ventimiglia, dichiara: "Colpi di testa che servono solo a peggiorare la situazione e a rallentare le indagini".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza