Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Tar, togliere armi a chi dà un fucile a un minorenne

Tar, togliere armi a chi dà un fucile a un minorenne

Respinto ricorso di un cacciatore savonese contro il Viminale

GENOVA, 10 gennaio 2023, 14:14

Redazione ANSA

ANSACheck

Giusto vietare la detenzione di armi e munizioni a un cacciatore che ha permesso l'utilizzo di un fucile a un minorenne. Lo ha stabilito una sentenza del Tar della Liguria che ha respinto il ricorso di un cacciatore che si era opposto agli atti di Ministero dell'Interno, Questura e Prefettura di Savona che avevano disposto la revoca del porto di fucile e il divieto di detenzione di armi e munizioni.
    "Nel caso di specie, non è contestato che il ricorrente abbia lasciato il proprio fucile nella disponibilità di un minore, in luoghi e tempi in cui si svolgeva l'attività venatoria - spiega il Tar nella sentenza - Si tratta di un fatto che è stato apprezzato dalla Prefettura come indicativo dell'inaffidabilità del ricorrente, secondo una valutazione che, date le circostanze, non pare illogica né arbitraria".
    Il caso nasce dalla segnalazione di personale volontario impegnato nel controllo dell'esercizio venatorio che aveva riscontrato la presenza di un minore intento a cacciare, in assenza delle necessarie autorizzazioni. Intervenuti sul posto, i carabinieri di Cairo Montenotte avevano appurato che il fucile da caccia impugnato dal giovane era di proprietà del ricorrente.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza